Italiano English

 

 

 

CALENDARIO EVENTI

 

 

 

ASSOCIAZIONE PRO LOCO SERAVEZZA
Via C.Del Greco, 11 - 55047 Seravezza (Lu)
Tel. 0584 757325 Fax 0584 758750
C.F. 82008310466 - P. IVA 01354480467

Comune di Seravezza Comune di Stazzema Unione Comuni dell'Alta Versilia Parco Apuane
Banca di Credito Cooperativo della Versilia, Lunigiana e Garfagnana Terre Medicee
Camera di Commercio di Lucca UNPLI UNPLI Toscana UNPLI Lucca

Seguici!

Pro Loco Seravezza su Facebook    

Pro Loco Seravezza

Il Puntone ed il Busto di Enrico Pea

Il Puntone costituisce il punto d'incontro del torrente Serra col fiume Vezza dalla cui unione nasce il fiume Versilia; quest'ultimo, dopo aver attraversato i Comuni di  Seravezza, Pietrasanta e Forte dei Marmi (che, assieme al comune di Stazzema, costituiscono la cosiddetta Versilia Storica) sfocia nel Mar Tirreno in località Cinquale. Il punto d'incontro di questi due corsi d'acqua era collocato nell'attuale Piazza Carducci, denominata Piazza Vittorio Emanuele II fino al 1927 ma, a causa delle ripetute alluvioni che devastarono il centro cittadino (nel corso dell'Ottocento si ricordano quelle del 1824, 1845, 1885), il corso del fiume fu deviato ed il Puntone fu ricostruito nell'attuale collocazione. Presso il Puntone si possono ammirare I Fiumi, opera in bronzo della scultrice svizzera Cordelia von den Steinen, dedicata al punto di confluenza dei due corsi d'acqua ed il busto in marmo realizzato nel 1995 di Enzo Pasquini dedicato al seravezzino Enrico Pea, scrittore, poeta ed impresario teatrale.

Enrico Antonio Luigi Pea nacque a Seravezza nel 1881. Fu il poeta Giuseppe Ungaretti, conosciuto ad Alessandria d'Egitto, a convincerlo a dedicarsi alla scrittura pubblicando la sua prima opera, Fole, una raccolta di prose e versi (1910). La sua terra di origine, i luoghi della sua infanzia e le tradizioni locali ricorrono frequentemente nelle opere di Pea, in particolare ne Il Moscardino dove descrive la vita popolaresca versiliese con singolare forza espressiva. Grazie a Pea venne anche recuperata l'antica tradizione del canto orale del Maggio che consisteva in spettacoli di teatro popolare rustico con testi in rima a tema prevalentemente cavalleresco che venivano eseguiti all'aperto, in costume, con accompagnamento musicale.

Dal lato opposto della strada è collocata la scultura in marmo Serra e Vezza,di Gian Carlo Biagi, realizzata nel 1986 e dedicata al punto di confluenza dei due corsi d'acqua.

 


 

Via Enrico Pea - 55047 Seravezza (LU)


 

Torna ai monumenti