Italiano English

 

 

 

CALENDARIO EVENTI

 

 

 

ASSOCIAZIONE PRO LOCO SERAVEZZA
Via C.Del Greco, 11 - 55047 Seravezza (Lu)
Tel. 0584 757325 Fax 0584 758750
C.F. 82008310466 - P. IVA 01354480467

Comune di Seravezza Comune di Stazzema Unione Comuni dell'Alta Versilia Parco Apuane
Banca di Credito Cooperativo della Versilia, Lunigiana e Garfagnana Terre Medicee
Camera di Commercio di Lucca UNPLI UNPLI Toscana UNPLI Lucca

Seguici!

Pro Loco Seravezza su Facebook    

Pro Loco Seravezza

Sentiero Alta Versilia

Il territorio dell’Alta Versilia, nel cuore delle Alpi Apuane, offre a chi ama la montagna questo percorso ad anello, di grande interesse naturalistico e paesaggistico, che collega tra loro paesi e siti pregevoli anche dal punto di vista storico, artistico e culturale.

Mulattiere

L’Unione dei Comuni della Versilia è lieta di presentare questo pieghevole del “Sentiero Alta Versilia”, un agile strumento destinato agli escursionisti. Il territorio dell’Alta Versilia, nel cuore delle Alpi Apuane, offre a chi ama la montagna questo percorso ad anello, di grande interesse naturalistico e paesaggistico, che collega tra loro paesi e siti pregevoli anche dal punto di vista storico, artistico e culturale. Siamo certi che questa pubblicazione, che serve come base cartografica e che descrive anche i tratti da percorrere, sarà favorevolmente accolta da tutti.

L'anello inizia dalla Piazza Carducci di Seravezza, attraversa parte del centro storico e percorre Via Monte Altissimo fino a Riomagno; da qui inizia la mulattiera (Via di Fabiano) che conduce a Fabiano e successivamente, oltrepassata la deviazione per Azzano presso il Parco Archeominerario, giunge al Complesso Monumentale della Cappella; prosegue per Minazzana e Basati, attraversa il

Canale del Giardino, passa da Terrinca e arriva a Levigliani; prosegue sul sentiero per Retignano, attraversa le cave del M.Alto e si porta verso Volegno e Pruno, da dove si scende fino alla ferriera del Cardoso, per poi risalire passando per le miniere di ferro sul Monte di Stazzema; da qui ci si porta alle Mulina ( direttamente o con una variante che passa per Pomezzana), a Farnocchia ( sentiero CAI n°4), alla Foce di Compito, e alla Focetta di S.Anna; da qui il sentiero CAI n° 3 conduce sopra Capezzano Monte e Capriglia, da dove per strade e tratti di mulattiera si giunge a Solaio e poi a Vallecchia; ci si porta infine al ponte del Pretale, prima di Seravezza; si segue Via dell'Uccelliera e si imbocca l'ultimo tratto di mulattiera che sfocia poco a valle del Palazzo Mediceo di Seravezza. Tutto l’anello è stato recentemente ripristinato e segnato a cura dell’Unione dei Comuni della Versilia ed ha uno sviluppo di una cinquantina di km, per la maggior parte su mulattiere, e interessa, comprese le varianti, tutti i principali borghi storici dell'Alta Versilia. Sulla cartografia, oltre alle informazioni escursionistiche e topografiche, sono riportate, con appositi simboli, le principali tematiche di carattere storico, ambientale e naturalistico che conferiscono a questo percorso un particolare valore di testimonianza dei numerosi aspetti culturali dell'Alta Versilia.

 

Difficoltà escursionistiche

T - itinerario turistico

Itinerari su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi, ben evidenti che non pongono incertezze o problemi di orientamento.

E - itinerario escursionistico

Itinerari che si svolgono su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce su terreno vario (pascoli, pietraie, detriti). Si sviluppano a volte su terreni aperti, , sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi, dove tuttavia i tratti esposti sono in genere protetti o assicurati. Richiedono un certo senso d'orientamento, una certa conoscenza ed e esperienza di ambiente alpino, allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati.

EE - itinerario per escursionisti esperti

Itinerari generalmente segnalati ma che richiedono capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervi e infidi (pendii ripidi, scivolosi di erba, misti di rocce ed erba, roccia, detriti). Necessitano di esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell'ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati.

Scarica la tabella completa del percorso (formato PDF dim. 2 MB)


Montagna sicura:

  • Si raccomanda di informarsi sempre sulle condizioni meteorologiche e di tenere presente che in montagna avvengono improvvisi cambiamenti climatici.
  • In caso di necessità chiamare il numero unico per le emergenze 118 specificando che si tratta di un soccorso in montagna.
  • Si consiglia un abbigliamento adeguato e scarponcini comodi.
  • L'Associazione Pro Loco Seravezza ricorda che la valutazione della difficoltà e dei tempi di percorrenza indicati sono soggettivi e declina ogni responsabilità per eventuali inesattezze riguardo a quanto riportato. In particolare non garantisce la manutenzione dei sentieri, che esula dalle competenze dell'Associazione.

Torna alle escursioni